Se possiedi un giardino, sai quanto sia doloroso falciare, specialmente in primavera. Fortunatamente, i grandi marchi di giardinaggio hanno sviluppato macchine autonome e i prezzi stanno finalmente iniziando a scendere!

Ma attenzione a fare la scelta giusta perché non tutti i modelli sono uguali! Per facilitare il vostro lavoro, vi offro una guida all’acquisto completa: ecco una breve panoramica dei migliori robot di falciatura del momento.

Quale robot di falciatrice scegliere?

Husqvarna 310: il miglior robot per rasaerba sul mercato?

Il marchio svedese Husqvarna non ha fatto le cose a metà strada con questa falciatrice Automower 310. Crede anche che il vostro prato meriti una manutenzione di altissima qualità, offrendovi un dispositivo autonomo, ergonomico, all’avanguardia e completamente collegato. Le cifre parlano da sole: fino a 1000 m² di superficie di lavoro coperta, pendenza del 40% facilmente superabile, discrezione nel lavoro con soli 60 dB a livello di rumore…..

I migliori robot falciatura: confronto 1

I punti di forza

Discrezione: I tosaerba hanno la cattiva abitudine di essere rumorosi, ma non l’HusqvarnaAutomower 310. Con un livello sonoro massimo di 60 dB, è innegabilmente ” silent silent ” poiché questo livello corrisponde a quello di una normale conversazione. Questa piacevole discrezione andrà a vantaggio di tutti, voi e dei vostri vicini.

Efficienza: una volta terminata l’installazione dei cavi perimetrali, non sarà più necessario intervenire per “salvare” o regolare nuovamente la HusqvarnaAutomower 310. Questo dispositivo funziona come un orologio e garantisce una falciatura uniforme anche su pendii o terreni irregolari.

E’ dotato di un sistema di rilevamento oggetti a distanza, gestione automatica del cambio per ridurre le carreggiate e paraurti in gomma per prevenire possibili impatti.

Facilità d’uso: innanzitutto, il pannello di controllo di Automower 310 è chiaro, conciso e facile da configurare. A tale scopo sono disponibili 19 tasti. Grazie alla possibilità di programmazione, è possibile definire con precisione le ore e i giorni della settimana durante i quali il robot effettuerà i suoi passaggi. Una volta terminata la programmazione, potete lasciarlo lavorare in tutta tranquillità.

Autonomia: Il robot tosaerba HusqvarnaAutomower 310 è dotato di una batteria agli ioni di litio, un accumulatore rinomato per la sua robustezza (alta densità di energia per una massa ridotta) e durata (nessun effetto memoria e bassa autoscarica). Non appena il livello di carica di questa batteria è troppo basso, il robot ritorna automaticamente alla stazione di ricarica per fare rifornimento di energia.

Connettività: la nuova caratteristica dei più recenti modelli di falciatrici robotizzate è la possibilità di essere completamente telecomandato da uno smartphone. Infatti, l’Automower® [email protected] Bluetooth® consente di avviare, arrestare, regolare i parametri del robot e riportarlo alla base entro un raggio di 10 metri. L’installazione di un modulo Automower® Connect può rompere questa limitazione di distanza.

Dispositivo antifurto: è naturale che un robot che lavora da solo su un prato sia oggetto di invidia. A questo proposito, va detto che il design dell’HusqvarnaAutomower 310 non lascia nessuno indifferente. Tuttavia, questo robot di falciatrice è dotato di un allarme antifurto e non può funzionare senza codice PIN. Con Automower® Connect è possibile tenere traccia del dispositivo non appena l’allarme viene ricevuto sullo smartphone.

I punti deboli

Taglio dei bordi: alcune zone, compresi i bordi, devono essere rielaborate manualmente perché la larghezza di taglio del rasaerba Automower 310 è limitata e le sue ruote si fermano automaticamente sul bordo del prato per evitare slittamenti.

McCulloch ROB R600: il miglior rapporto qualità/prezzo del momento

Il Rob R600 è il più giovane dei tosaerba della serie Rob McCulloch. Questo originale marchio americano fa ora parte del gruppo Husqvarna, per cui la Rob R600 si basa su tutte le qualità e le tecnologie del famoso marchio svedese. Semplice, automatizzato e discreto, il Rob R600 si distingue per le sue dimensioni ridotte. Può falciare facilmente fino a 600 m² di prato, ma non deve essere troppo complesso o diviso in zone isolate.

I migliori robot falciatura: confronto 2

I punti di forza

Il metodo di taglio: La McCulloch ROB R600 utilizza la pacciamatura come tecnica di taglio. In breve, grazie al sistema di taglio a microlama, l’erba viene tagliata in piccoli pezzi che vengono distribuiti uniformemente sul prato. Non sarà più necessario raccogliere i rifiuti depositati, in quanto vengono immediatamente utilizzati come fertilizzante naturale per il vostro giardino.

Discrezione: Si può affermare con certezza che il robot falciatrice McCulloch ROB R600 è un dispositivo silenzioso, perché il livello di rumore misurato ad una distanza di un metro è stimato a 60 dB, un livello equivalente alla media di una normale conversazione. A più di 5 metri, il livello di rumore scende sotto i 50 dB, il rumore di un ristorante tranquillo. Si può quindi considerare la possibilità di falciare di notte con questo dispositivo, in quanto è così discreto e silenzioso.

Metodo di falciatura: il robot falciante McCulloch ROB R600 utilizza il principio di falciatura casuale per svolgere il proprio lavoro. Anche se inizialmente si pensa che questo metodo non sia molto efficace, è comunque provato e i suoi risultati sono abbastanza soddisfacenti, in quanto non si vedranno mai tracce o linee fastidiose sul prato. L’unica critica di questo metodo è che il robot deve muoversi molto avanti e indietro e lo sfalcio è quasi quotidiano.

Facilità d’uso: ROB R600 è completamente programmabile. In altre parole, puoi dirgli come e quando falciare il tuo prato. Se volete godere appieno del vostro prato, provate a programmare la falciatura di notte o durante i vostri periodi di assenza.

Sicurezza: Il robot di falciatura R600 è dotato di lame di taglio rotanti affilate. Essi rappresentano quindi un pericolo significativo per i bambini e gli animali sul prato. Un dispositivo di sicurezza permette alle lame di arrestarsi immediatamente non appena il robot viene sollevato, rovesciato o se colpisce un ostacolo.

I punti deboli

Capacità di falciatura: il robot R600 ha bisogno di molto tempo per falciare un prato di poche centinaia di metri quadrati, già per il suo metodo di falciatura, ma anche per la sua velocità di lavoro di 43 m²/ora.

Gardena 19066-20: un’alternativa collaudata

Il robot falciante 19066-20 è uno dei prodotti base di Gardena. Conosciuta anche come Sileno City, la versione presentata di seguito è adatta a giardini fino a 500 m². La prima cosa che colpisce questo robot è il suo aspetto visivo. Infatti, ha un design moderno, con un aspetto molto più aggressivo dei suoi predecessori. Oltre ad essere bella, la Sileno City 500 è intelligente, perché questa versione chiamata Smart può essere controllata tramite smartphone attraverso l’applicazione iOS/Android ad essa associata.

I migliori robot falciatura: confronto 3

I punti di forza

Facilità d’installazione: avete 200 ganci di fissaggio e 150 m di cavo per definire l’area di falciatura del robot di falciatura Sileno City Smart 500. Anche se il compito non è divertente, è comunque facile, in quanto è sufficiente tenere il cavo per i ganci a livello del suolo. Potete anche se ne avete il coraggio, ma fate attenzione a non superare i 10 cm.

La caratteristica intelligente: il Sileno City Smart 500 è dotato della tecnologia Smart Home Gateway, un tipo di modem che permette di collegare il robot falciatrice al vostro box tramite una rete locale. Attraverso questa connessione e grazie all’applicazione Smart System (disponibile in iOS e Android), è possibile controllare l’avvio, l’arresto, la programmazione e anche il livello di carica della batteria. L’applicazione stessa ha un’interfaccia user-friendly ed ergonomica.

Facilità di manutenzione: se la pulizia di Sileno City si basa su un tubo da giardino e una piccola spazzola, sostituire le lame è anche un “gioco da ragazzi”. A proposito, 9 lame sono più che sufficienti per un anno di falciatura. Infatti, anche se il marchio raccomanda una sostituzione dopo 3-6 settimane, una durata minima di 3 mesi sembra più realistica. Infine, è anche possibile sostituire la batteria da soli.

Discrezione: con un livello sonoro massimo stimato di 58 dB, il Gardena 19066-20 rientra nella categoria dei robot di falciatura “silenziosi”. Per darvi un’idea, un rasaerba convenzionale ha un livello di rumore di 79 dB rispetto agli 80 – 92 dB di un rasaerba a gas. Se un raddoppio del volume equivale ad un aumento di 4 dB, la discrezione di questa Sileno City non è in dubbio.

Rapporto qualità/prezzo: Sileno City Smart è prodotto da Gardena, azienda leader nella produzione di utensili per la manutenzione del giardino, che dal 2007 fa parte del Gruppo Husqvarna. La qualità di produzione per la quale queste due aziende sono rinomate è presente sul robot, mentre il suo prezzo rimane molto accessibile.

I punti deboli

Capacità di incrocio: nonostante le grandi ruote motrici e la ruota posteriore altamente mobile, può accadere che la Sileno City sia bloccata. Il più delle volte, il robot è in difficoltà su una buca o su un pendio ripido. A quanto pare, Gardena ha installato un rilevatore di pendenza che arresta il dispositivo non appena la pendenza è ripida.

Bosch Indego 350: un robot per rasaerba economico ma affidabile

Con questo Bosch Indego 350, potrete beneficiare dei più recenti progressi della tecnologia tedesca per i robot rasaerba a basso costo. Ad esempio, Indego vi offre il sistema di navigazione “Logicut”, la funzione “Calendario automatico” o la possibilità di controllo tramite smartphone per una maggiore efficienza e facilità d’uso. Progettato per piccole superfici non superiori a 350 m², l’Indego ha la particolarità di essere veloce (40 cm/s), ma anche discreto.

I migliori robot falciatura: confronto 4

I punti di forza

Velocità di falciatura: mentre la maggior parte dei robot di falciatura opta per una traiettoria casuale nel modo di falciare, Bosch Indego 350 si basa su un sistema di navigazione “Logicut” che assicura che l’unità non passi due volte attraverso lo stesso luogo durante il suo lavoro. La falciatura sarà quindi più rapida. La direzione di marcia viene cambiata automaticamente durante la falciatura per evitare la formazione di linee indesiderate.

Il metodo di taglio: il robot tosaerba Bosch Indego 350 utilizza la funzione mulching per falciare il prato. Questa tecnica prevede un piccolissimo taglio dell’erba e la sua distribuzione uniforme sul prato per garantire la concimazione. Non sarà più necessario raccogliere i rifiuti verdi.

La funzione Calendario automatico: la tecnologia Bosch, la funzione Calendario automatico permette a Indego di avere la superficie totale del vostro prato, valutare il tempo necessario per eseguire la falciatura completa e calcolare il ciclo di falciatura ideale. Questo ciclo sarà tradotto in un calendario che a sua volta fornirà a Indego un programma automatico per assicurare che il vostro prato riceva la manutenzione periodica di cui ha bisogno.

Telecomando: indego 350 è un dispositivo collegato. Con il sistema IndegoConnect e la speciale applicazione Bosch compatibile con iOS e Android, potete controllare il vostro rasaerba ovunque vi troviate.

In questo modo è possibile controllare l’avvio e l’arresto della falciatrice, nonché i programmi e lo stato della falciatura. L’applicazione viene scaricata scansionando il codice QR sulla confezione del robot. Si noti che include una FAQ per aiutarvi a utilizzare il vostro dispositivo.

I punti deboli

Autonomia: Anche se Bosch Indego 350 può funzionare in modo completamente autonomo, è stato riscontrato che durante il giorno passa più tempo in carica che al lavoro. Infatti, ci vogliono 45 minuti perché il dispositivo raggiunga una carica completa, mentre quest’ultimo fornisce solo 30 minuti di tempo di falciatura.

Robot falciatrice: come funziona?

L’uso del robot di falciatura sta crescendo sempre di più oggi grazie alla sua autonomia, alla sua facilità d’uso e manutenzione e alla sua discrezione. L’unico ostacolo alla generalizzazione totale del suo utilizzo sembra essere il prezzo ancora elevato di questo tipo di prodotto. In ogni caso, va notato che il suo principio di funzionamento è relativamente semplice. Come funziona un robot tosaerba?

Il principio guida: il robot falciante taglia il prato in modo indipendente. Per fare questo, si orienta attraverso il vostro giardino in modo casuale o preciso. Gli unici fattori che modificano questo orientamento sono gli ostacoli, un segnale perimetrale via cavo o dati GPS.

Il principio di taglio: a differenza di altre falciatrici, il robot falciante non è dotato di un sistema di recupero degli scarti. Per compensare questa mancanza, egli utilizza una tecnica di taglio chiamata pacciamatura.

Anche il principio è abbastanza semplice: l’erba viene tagliata in punta e ridotta in piccoli pezzi che cadono immediatamente a terra. Questo detrito è un fertilizzante naturale per nutrire e rigenerare il vostro prato, si chiama grasscycling. Tuttavia, questa tecnica richiede uno sfalcio sistematico, anche quotidiano, del prato.

Il principio di ricarica: il robot di falciatura funziona a corrente elettrica. Tuttavia, per essere completamente autonomo, deve essere dotato di una batteria per immagazzinare l’energia accumulata.

Esistono diversi modi per ricaricare questa batteria: o tramite collegamento diretto ad una presa di corrente, che richiede quindi l’intervento umano, o tramite autogestione da parte del robot che si trova sulla sua stazione di ricarica in caso di bassa riserva di energia, o tramite pannelli solari posti sul guscio dell’apparecchio (tecnologia recente).

Come scegliere il robot tosaerba?

L’acquisto di un robot tosaerba è un investimento significativo. Con un prezzo medio di circa €1000, è meglio non commettere un errore nella scelta e tener conto dei giusti criteri. Infatti, non si deve credere che un robot sia in grado di falciare qualsiasi prato.

In realtà, tutto dipende dal vostro giardino, dall’area da falciare, dalle dimensioni, dalla complessità, dalle condizioni, ma anche da ciò che vi aspettate dal vostro robot in termini di opzioni. Ecco i criteri da prendere in considerazione per una scelta misurata e adattata.

Lo stato del giardino

Il criterio sembra un po’ vago perché quando parliamo di giardini, dobbiamo davvero identificare molte caratteristiche come la superficie, la pendenza, i passaggi stretti, gli angoli, gli ostacoli, i bordi, le superfici irregolari, i punti d’acqua, le scale….. Possiamo ancora evidenziare i seguenti pochi dati.

L’area: Si noti che ogni modello di falciatrice robotizzata è progettato per coprire una determinata area massima di falciatura. Dovreste quindi misurare il vostro giardino e includere nei vostri conti le future installazioni di erba che state prendendo in considerazione. Per essere sicuri di avere l’attrezzatura migliore, prendete un modello con una capacità di falciatura superiore del 20% rispetto alla superficie da falciare.

Inclinazione: il secondo punto importante è la capacità del robot di attraversare. Una cattiva scelta su questo punto e sarete in possesso di un robot praticamente inutile. Va notato che una semplice occhiata non fornisce informazioni affidabili. Per ottenere l’esatta percentuale di inclinazione è necessario un piccolo calcolo. Per fare questo, dividete l’altezza del punto più alto del vostro giardino per la distanza dal punto più basso (lunghezza del pendio) e moltiplicate per 100.

Zone: se il vostro giardino ha passaggi stretti, zone difficili da raggiungere o diversi ostacoli, un robot in grado di gestire tali difficoltà è più appropriato.

Il principio della tracciabilità

3 fattori influenzano il cambio automatico di direzione del robot, in particolare gli ostacoli, il cavo perimetrale e la geolocalizzazione.

Il robot di falciatura con cavo perimetrale: La scelta di optare o meno per un robot di falciatura a cavo perimetrale è un’ottima scelta. Infatti, un cavo di questo tipo richiede installazioni preliminari prima che la falciatrice venga utilizzata, sia per interramento o utilizzando i pali presenti nelle attrezzature del robot. Questa installazione è più meticolosa che difficile.

Il robot senza cavo perimetrale: i modelli che non richiedono l’installazione di cavi perimetrali rendono più facile e veloce l’utilizzo. Tuttavia, è preferibile che un bordo o una siepe delimitino il vostro giardino, altrimenti il vostro robot taglierà anche il prato del vostro vicino.

Autonomia

Va notato che la falciatura con un robot è più lunga rispetto a quella di una falciatrice convenzionale. Già a causa del modo in cui taglia, che è spesso casuale per la maggior parte dei dispositivi, ma anche a causa del tempo necessario per ricaricarsi quando la sua batteria raggiunge un livello basso. Scegliete un rasaerba con una grande autonomia se il vostro giardino è enorme. Allo stesso tempo, utilizzare batterie agli ioni di litio, che sono sia veloci da caricare che durevoli.

Connettività

Sempre più robot tosaerba offrono un’applicazione su smartphone o tablet (Android o iOS) per poterli controllare. Anche se i controlli sono limitati all’esecuzione, all’arresto, alla programmazione della falciatura e alla segnalazione in caso di furto, avere una tale opzione è molto utile se si desidera che il robot funzioni sempre nonostante la propria assenza. La connettività può quindi essere basata sulla tecnologia Bluetooth, WiFi o anche sulla rete GSM.

Manutenzione e assistenza

A seconda della frequenza d’uso del robot falciante, le lame devono essere sostituite, in quanto le lame usurate limitano fortemente la capacità di falciatura dell’unità. Quindi non dimenticate di includere il costo di queste sostituzioni nel vostro budget. Lo stesso vale per la batteria del robot, che deve essere sostituita dopo 2-5 anni. A seconda del modello di robot scelto, l’operazione di manutenzione può essere una semplice routine o un vero e proprio percorso di battaglia.