Niente è più importante della sicurezza del bambino! Per tenerlo d’occhio quando dorme nella sua stanza, il baby monitor è il dispositivo essenziale per stare zitto. Tuttavia, è necessario scegliere un modello affidabile……..

Questa guida allo shopping fornisce una panoramica dei migliori babyphone audio e video disponibili al momento, in base al vostro budget. Buona lettura!

Quale baby monitor scegliere?

Philips Avent SCD630/01: il miglior baby monitor video sul mercato?

Quando il bambino dorme, vorremmo andare nell’altra stanza o in cucina per fare qualcos’altro, mantenendo un orecchio attento e, perché no, un occhio su di lui. Grazie all’evoluzione della tecnologia, ciò che prima non era possibile è diventato possibile. Con Philips Advent SCD630/01, tenere un occhio e un orecchio sul nostro bambino è possibile, ed essere sicuri che questo dispositivo diventerà rapidamente indispensabile per voi, una volta apprese le sue caratteristiche principali.

I migliori babyphone (audio video): confronto 1

I punti di forza

Schermo HD da 3,5 pollici: grazie al suo grande schermo ad alta definizione, puoi tenere d’occhio il tuo bambino, sia che tu sia nella stanza accanto o in un’altra stanza. Con questo baby monitor per bambini di fascia alta potrete godere di un’eccezionale visione video.

Portata fino a 300 m: questo videotelefono per bambini è in grado di offrire una portata fino a 300 m. Ma, naturalmente, questo dipenderà dall’ambiente (spessore delle pareti, piante delle case, ecc.). In ogni caso, siete sicuri di avere la reception in tutte le stanze circostanti.

Tecnologia FHSS: la tecnologia wireless diventa rapidamente un casino quando ci sono più dispositivi wireless in casa. Possono verificarsi interferenze. A questo livello, Philips Avent SCD630/01 utilizza la tecnologia FHSS per una maggiore sicurezza e resistenza alle interferenze.

Visione notturna automatica: poiché il bambino deve essere continuamente monitorato giorno e notte, questo dispositivo è dotato anche di visione automatica diurna e notturna. Non sarà necessario premere alcun pulsante per passare alla modalità notturna, l’unità lo farà automaticamente non appena le condizioni di illuminazione si attenuano.

Comunicare con il bambino: spesso accade che solo il suono della tua voce può lenire il bambino quando piange. Questo dispositivo è dotato della funzione “risposta al bambino”, che consente di parlare con il tuo bambino con la semplice pressione di un pulsante.

Smart Eco: Questo babyphone con fotocamera offre una durata della batteria di 10 ore. Ma dispone anche della modalità Smart Eco, che riduce automaticamente la potenza di trasmissione quando le due unità (genitori – figli) sono vicine tra loro. Limiterà anche le emissioni delle onde, spesso evidenziate in relazione ai rischi per la salute.

Diverse caratteristiche: oltre allo streaming video in diretta, audio, audio,  rispondere al bambino, questo dispositivo include anche ninne ninne nanne e una rilassante luce notturna. Si noti che è possibile trasmettere la ninnananna a distanza dall’unità genitore. Philips Avent SCD630/01 dispone anche di un sensore di temperatura per monitorare la temperatura della stanza in cui si trova il tuo bambino.

I punti deboli

Modalità notte: secondo alcuni utenti, la qualità dell’immagine lascia qualcosa a desiderare in modalità notte. L’immagine è in bianco e nero. Tuttavia, molti altri disattivano la modalità video ed eseguono la modalità Vox solo di notte, per non essere disturbati dalla luminosità dello schermo, e soprattutto per non essere tentati di guardare in qualsiasi momento.

Philips Avent SCD501/00: il miglior rapporto qualità/prezzo del momento.

Se trovi che la modalità video non ti è veramente utile e che l’audio è più che sufficiente, allora puoi risparmiare notevolmente scegliendo Philips Avent SCD501/00. Infatti, questo baby monitor è disponibile con un rapporto qualità/prezzo molto migliore grazie all’assenza della modalità video. Inoltre, tutte le altre caratteristiche sono al top. In ogni caso, non mancano le qualifiche per descrivere questo baby monitor. Ecco alcune delle sue più grandi qualità.

I migliori babyphone (audio video): confronto 2

I punti di forza

Tecnologia DECT: con i numerosi dispositivi wireless che utilizziamo quotidianamente, possono verificarsi interferenze e disturbare determinate frequenze. Inoltre, i produttori cercano costantemente di trovare la soluzione. Su questo dispositivo, è la tecnologia DECT che assicura che non ci siano interferenze da altri dispositivi. La crittografia dei dati viene utilizzata anche per garantire una connessione sicura. Puoi essere sicuro di essere l’unico che ascolta il tuo bambino.

Lunga portata: Lo scopo di un baby monitor è quello di essere in grado di sentire il vostro bambino anche quando siete in altre stanze della casa. È quindi importante che l’apparecchio possa riprendere su una certa distanza. A questo livello, Philips Advent SCD501/00 è in grado di catturare fino a 50 m all’interno e 300 m all’esterno. Ma dipenderà anche dallo spessore delle pareti, dal layout della casa (layout delle camere).

Lunga durata della batteria: questo dispositivo offre una lunga durata della batteria fino a 24 ore. Inoltre, ha la modalità Smart Eco che riduce automaticamente la potenza di trasmissione man mano che le due unità (genitori – bambino) si avvicinano. Infatti, il dispositivo non è più obbligato a disegnare così tanto da trasmettere quando le due unità sono vicine. Ciò contribuirà anche ad ottimizzare l’autonomia.

Elevata mobilità: l’unità genitore può essere collegata alla rete elettrica, ma può anche funzionare a batterie, rendendolo un dispositivo mobile che puoi portare con te da una stanza all’altra. È possibile utilizzare batterie alcaline convenzionali o batterie ricaricabili.

Suono spento: se è necessario disattivare il suono, ad esempio di notte, l’unità continuerà ad avvisare l’utente con i suoi vari LED. Uno di loro vi avviserà quando la batteria è scarica, ad esempio, o quando l’unità bambino è fuori dalla portata del bambino. Un altro indicatore a 5 LED vi permetterà di controllare il livello sonoro nella stanza in cui si trova il vostro bambino. Saprete immediatamente se quest’ultimo piange.

I punti deboli

Nessuna funzione di ricarica: Purtroppo, questo dispositivo non dispone della funzione di ricarica per batterie ricaricabili. Sarà necessario utilizzare un altro dispositivo o dispositivo per ricaricarli.

Motorola MBP 8: un baby monitor economico ma affidabile

Se trovate che non è davvero necessario investire in un baby monitor con una vasta gamma di opzioni, ma che un semplice baby monitor può fare il trucco, allora il Motorola MBP 8 sicuramente vi interesserà molto. È già un dispositivo economico, ma contiene anche tutto il necessario per fare bene il proprio lavoro. Infatti, i genitori hanno il riflesso innato di andare a vedere il loro bambino automaticamente e regolarmente. Il baby monitor è quindi solo un accessorio rassicurante. Da questo punto di vista, questo dispositivo eccelle.

I migliori babyphone (audio video): confronto 3

I punti di forza

Semplice ma efficace: questo baby monitor è la cosa più semplice da fare. Un’unità con un potente microfono incorporato, un’altra unità con un altoparlante abbastanza buono per trasmettere un suono chiaro, e questo è tutto. E si scopre che questo set fa molto bene il suo lavoro. È anche possibile sentire i piccoli cinguettii del bambino dove si installerà l’unità genitore.

Tecnologia DECT: Solo perché il Motorola MBP 8 è un prodotto a basso costo non significa che non incorpora le ultime tecnologie. Per sopprimere le interferenze indesiderate, ma anche per fissare la frequenza in modo che nessun altro possa intercettare il segnale, il dispositivo utilizza la tecnologia DECT.

Plug’n go : Una delle particolarità di questo dispositivo è che non richiede batterie per funzionare. È stato progettato in modo da poter essere inserito direttamente in una presa di corrente senza bisogno di un adattatore. Collega la spina e il gioco è fatto! Ciò vale naturalmente per entrambe le unità. Questo assicura anche che ci sia una certa distanza tra l’unità e il bambino, rispetto alle onde emesse.

Luce notturna: l’oscurità è raramente rassicurante. Per questo motivo, per rassicurare il più possibile il bambino durante la notte, l’unità baby include una luce notturna, che contribuirà a creare un’atmosfera tranquilla e delicata nella stanza in cui si trova il bambino, che lo rassicurerà e lo calmerà, per aiutarlo a dormire.

Controllo del volume: per evitare di essere disturbati dal minimo rumore trasmesso durante la notte, l’unità genitore è dotata di un dispositivo per il controllo del volume. Non preoccupatevi, il dispositivo è dotato anche di un indicatore visivo del livello sonoro, che vi avviserà quando i decibel si alzano sul fianco del bambino.

I punti deboli

Non portatile: il fatto di dover collegare ogni unità ad una presa di corrente non rende le cose pratiche, specialmente per quanto riguarda l’unità genitore. Se dovete spostarvi da una stanza all’altra, dovrete scollegare la stanza e poi ricollegarla alla presa di corrente della stanza in cui sarete installati.

Un babyphone audio o video?

Se alcune persone non trovano l’utilità di un baby monitor, questo dispositivo è comunque essenziale per molti. La domanda è quella di scegliere tra babyphone audio o video, perché queste sono attualmente le due principali famiglie presenti sul mercato. Ecco cosa c’è di buono da sapere, per aiutarvi a decidere su questo.

In generale, solo sentire il pianto del bambino attraverso un baby monitor è più che sufficiente per avvertirci, e per essere portato in fretta nella sua stanza per calmarlo o per scoprire cosa c’è di sbagliato. Ma avere le immagini dal vivo in aggiunta a questo è un grande vantaggio. Potete vedere cosa sta facendo, controllare se è in una buona posizione, o semplicemente ammirare il suo bel viso, aspettare un piccolo sorriso da lui, ecc.

Come si potrebbe aver intuito, un monitor video bambino necessariamente costerà più di un monitor audio. Sarà quindi anche una questione di bilancio. Vale a dire che un baby monitor audio classico costa tra i 30 e gli 80 euro, mentre un baby monitor video può costare tra i 50 e i 150 euro. Spetta quindi a voi definire il vostro budget, ma anche confrontare i prodotti presenti sul mercato, nelle diverse gamme.

Inoltre, poiché un video babyphone ha generalmente molte caratteristiche, e poiché il video richiede una certa risorsa energetica, questo tipo di dispositivo offre spesso un’autonomia piuttosto limitata, rispetto ad un tradizionale babyphone audio.

Come scegliere il baby monitor?

Naturalmente, se la stanza del bambino è direttamente dietro o davanti al tuo, come hai potuto non sentirlo se piange un buon pianto. Tuttavia, se le porte sono chiuse e ben insonorizzate non si sente ancora. E’ qui che entra in gioco il baby monitor. Con questo dispositivo, è possibile ascoltare completamente, non importa dove ci si trova in casa. Ora è il momento di scegliere il modello che fa per voi tra tutti i modelli presenti sul mercato.

I diversi tipi di babyphone

I primi modelli di babyphone erano particolarmente semplici da utilizzare. Un trasmettitore (l’unità bambino) dotato di un sensore trasmette al ricevitore (l’unità genitore) quando rileva il rumore. Il ricevitore emette quindi un allarme acustico, spesso abbinato ad un allarme visivo. Questi modelli sono ancora aggiornati, ampiamente disponibili, ed emettono solo le basse frequenze, pur rimanendo efficienti.

Poi sono arrivati i modelli con un trasmettitore con microfono integrato e un ricevitore con altoparlante. Con questo dispositivo, puoi sentire il tuo bambino, che cinguettio o pianto. Questo si chiama monitor audio per bambini. Su alcuni modelli, ogni unità è dotata di un microfono e di un altoparlante, che vi permetterà di utilizzarli entrambi come walkie-talkie. Questo ti permetterà di parlare con il tuo bambino.

Ma negli ultimi anni, i babyphone si sono evoluti notevolmente. Attualmente sono disponibili modelli multifunzione. Alcuni possono trasmettere ninne ninne nanne, altri prendono una luce notturna per rassicurare il bambino, alcuni hanno un termometro integrato per monitorare la temperatura nella stanza del bambino, ecc. Alcuni modelli includono anche una mini camera sull’unità bambino e uno schermo sull’unità genitore, che consente di monitorare il video del bambino.

Infine, c’è l’ultima generazione di baby monitor che, oltre al suono e alle immagini, catturerà anche il movimento del bambino. A tale scopo, sotto il materasso del bambino viene posizionato un tappetino rilevatore di movimento. Rileverà poi il respiro di esso, e vi avviserà se non c’è alcun movimento per più di venti secondi.

Prezzi diversi

Inutile dire che il prezzo di questi diversi modelli può variare notevolmente a seconda delle opzioni e delle caratteristiche che li accompagnano. Spetterà quindi a voi definire le vostre esigenze e il vostro budget, ma anche confrontare i prodotti presenti sul mercato. Non ti viene insegnato nulla dicendo che puoi trovare prodotti con un ottimo rapporto qualità/prezzo quando ti prendi il tempo di esaminare attentamente le offerte sul mercato.

La potenza delle onde emesse

Quando si tratta di dispositivi che utilizzano la tecnologia wireless, si pone sempre il problema delle onde emesse, soprattutto quando si tratta di dispositivi che saranno utilizzati vicino a un bambino. Naturalmente, si raccomanda di scegliere il modello che mostra una bassa potenza d’onda. Purtroppo, questi dati sono raramente comunicati nelle caratteristiche del prodotto. Per questo motivo, indipendentemente dal modello scelto, prendete in considerazione la possibilità di installarlo a circa 3 m dal vostro bambino.

Sempre nell’interesse della sicurezza, il segnale emesso da un baby monitor può essere intercettato da persone malintenzionate, a meno che il produttore non ci abbia già pensato. Oggi, i modelli di babyphone generalmente incorporano un sistema di crittografia dei dati per proteggerli. La tecnologia DECT, utilizzata sui telefoni cordless, è spesso utilizzata.

Design / Ergonomia

Naturalmente, potrete anche scegliere in base al design e all’ergonomia di ogni modello. Alcuni sono più funzionali e meno carini, altri viceversa, o entrambi allo stesso tempo, il che è meglio. Dopo di che, gusti e colori sono ognuno per se stesso.

Come installare un baby monitor?

L’installazione di un baby monitor rimane un compito relativamente semplice, che dovrebbe essere accessibile a tutti. In caso di dubbio, è sempre meglio fare riferimento alle istruzioni per l’uso, soprattutto perché ogni prodotto può essere diverso. Ad esempio, un modello funziona con le batterie, un altro funziona solo con l’alimentazione di rete. In generale, ecco alcuni passi da seguire.

L’approvvigionamento alimentare

Trattandosi di un dispositivo elettrico (elettronico), la prima cosa da controllare è l’alimentazione di ogni unità (genitore – bambino). Ricordarsi di controllare che le batterie siano in buone condizioni o cariche, oppure collegare ogni unità alla rete elettrica, nel caso in cui sia solo la fonte di alimentazione.

Il campo di applicazione

Accendere entrambe le unità, quindi testare la loro portata. Posizionare l’unità bambino dove dovrebbe essere, e portare l’altra unità in giro per vedere se sta ricevendo bene. Normalmente, una spia luminosa avvisa quando l’unità non riceve. Se necessario, posizionare una radio vicino all’unità bambino, ad esempio, e verificare la buona ricezione con l’altra unità portandola in giro per la casa. In questo modo, si identificano le aree in cui il dispositivo non riceve la ricezione.

Distanza di sicurezza

Infine, ricordate che le onde rimangono pericolose per la salute, soprattutto per un bambino che è ancora in fase di sviluppo. Il modo migliore è quello di installare l’unità bambino ad una distanza di sicurezza di almeno 1 m, o anche 3 m, non si può mai essere troppo prudenti.

Le diverse funzionalità

Va da sé, è necessario familiarizzare con le diverse funzionalità del dispositivo (luce pilota, termometro, modalità video, modalità Vox, ecc.) Per fare questo, è sufficiente leggere attentamente il manuale utente.